Corsi e seminari di aggiornamento professionale per con la WebTV

Dopo di noi: trust, vincoli di destinazione ed altri strumenti di tutela nella legge 22 giugno 2016, n. 112, sull'assistenza ai disabili gravi


Seminario di aggiornamento professionale per Notai
organizzato da Studio Immigrazione in collaborazione con il Consiglio Notarile dei Distretti riuniti di Viterbo e Rieti
Il Consiglio Nazionale del Notariato ha attribuito 10 CF

Quota partecipazione individuale: € 244,00 (IVA inc.)
Quota individuale per formazione di gruppo presso Consiglio, Ente, Studio legale o Librerie partner: € 122,00 (IVA inc.)

Test di collegamento: mercoledì, 13 luglio 2016 dalle 09:30 alle 11:45
Sessione 1: giovedì, 14 luglio 2016 dalle 09:30 alle 13:30
Sessione 2: giovedì, 14 luglio 2016 dalle 15:00 alle 18:10

Presentazione


Questa giornata di studi è rivolta non solo ai notai ma anche ai professionisti interessati alle novità introdotte dalla Legge 22 giugno 2016.

Obiettivi
La legge 22 giugno 2016, n. 112, recante “Disposizioni in materia di assistenza in favore delle persone affette da disabilità grave prive del sostegno familiare” è frutto di un lungo e complesso iter legislativo iniziato nell’aprile 2013. Approvato in prima lettura dalla Camera dei deputati il 4 febbraio 2016, il testo del Ddl è stato ampiamente modificato dal Senato per trovare poi la definitiva approvazione da parte dell’Assemblea di Montecitorio il 14 giugno 2016.

La legge riprende la Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità del 2006, ratificata dall’Italia nel 2009, e nasce in gran parte da esperienze già presenti nella società ad iniziativa del terzo settore, di associazioni di famiglie, di fondazioni e di enti locali e, per taluni aspetti civilistici, da orientamenti della giurisprudenza; ha come platea ben definita le persone con disabilità grave, non determinata dal naturale invecchiamento o da patologie connesse alla senilità: tra 100 e 150mila persone secondo una stima della Ragioneria generale dello Stato. Il provvedimento si propone perciò di intercettare bisogni di grande umanità, la serenità delle persone con disabilità e delle loro famiglie e per questo motivo opera un collegamento, attraverso strumenti di natura pubblicistica e privatistica tra il durante e il "dopo di noi".

Per gli aspetti che maggiormente interessano il notaio, la legge prevede la possibilità, per le famiglie con persone con disabilità, di poter utilizzare non solo il trust come strumento di tutela del patrimonio dopo la morte dei genitori, ma anche istituti già previsti dal nostro sistema normativo. Infatti le principali modifiche apportate dal Senato nel secondo passaggio parlamentare riguardano proprio gli articoli 1 e 6, dove si parla del trust, al quale sono stati affiancati altri negozi giuridici come i contratti fiduciari. È stata introdotta la possibilità di segregare e tutelare il patrimonio a favore delle persone con disabilità utilizzando l'articolo 2645-ter del codice civile, nonché i fondi costituiti per mezzo di contratti di affidamento fiduciario assoggettati a vincolo di destinazione anche a favore di organizzazioni non lucrative di utilità sociale che operano nel settore della beneficenza. In questo modo viene data l'opportunità ai familiari di ottenere la segregazione del patrimonio ovvero la tutela dello stesso per tutta la durata della vita della persona con disabilità, proteggendolo da eventuali azioni da parte dei creditori, perché questo va incontro alle maggiori preoccupazioni dei genitori. Di particolare interesse le disposizioni in campo fiscale per favorire al massimo il ricorso agli strumenti di tutela ma anche le specifiche disposizioni finalizzate ad evitare utilizzi strumentali sotto il profilo fiscale o comunque non in linea con le finalità della norma.

Considerata la particolare rilevanza che riveste la nuova disciplina per il notaio, si è ritenuto opportuno organizzare una giornata di studio a ridosso dell’approvazione della legge per fornire ai professionisti un quadro esauriente, tale da consentire l’immediata operatività a fronte di possibili richieste da parte della clientela.


Iscrizioni seminario terminate:
   Martedì, 10 Maggio 2016

Informazioni:


In collaborazione con Consiglio notarile dei distretti riuniti di Viterbo e Rieti