Corsi e seminari di aggiornamento professionale per con la WebTV

Il notaio e la disciplina urbanistico-edilizia

Le recentissime novità legislative su SCIA ed autorizzazione paesaggistica, i profili fiscali in materia di edilizia convenzionata e le ricadute per il Notaio dell’irregolarità urbanistico-edilizia


Seminario di aggiornamento professionale per Notai
organizzato da JUSWEB in collaborazione con il Consiglio Notarile dei distretti riuniti di Viterbo e Rieti
Il CNN ha attribuito 10 CF

Quota partecipazione individuale: € 244,00 (IVA inc.)
Quota individuale per formazione di gruppo presso Consiglio, Ente, Studio legale o Librerie partner: € 122,00 (IVA inc.)

Test di collegamento: giovedì, 1 dicembre 2016 dalle 09:30 alle 11:45
Sessione 1: venerdì, 2 dicembre 2016 dalle 09:30 alle 13:45
Sessione 2: venerdì, 2 dicembre 2016 dalle 15:00 alle 18:10

Presentazione



Pubblicato in GU. 227 del 26 novembre 2016 il d.lgs. 222/2016 (in particolare l’ Art. 3, Semplificazione di regimi amministrativi in materia edilizia)

Uno dei settori chiave dell’Agenda per la semplificazione 2015/2017 è l’edilizia, ambito per il quale il dipartimento della Funzione Pubblica ha stimato costi burocratici pari a 4,4 miliardi di euro all’ anno e un tempo medio di rilascio del permesso di costruire di 175 giorni. Ridurre i tempi e i costi, assicurare un interlocutore unico per cittadini e imprese, standardizzare i moduli e gli adempimenti è l’obiettivo dell’Agenda, essenziale per agevolare la ripresa di un settore fortemente colpito dalla crisi.

Tra gli strumenti operativi di attuazione di questo processo di semplificazione che rivestono particolare interesse notarile, il d.lgs. 25 novembre 2016, n. 222 (in particolare l’ Art. 3, Semplificazione di regimi amministrativi in materia edilizia) e il d.P.R. di semplificazione in ambito di autorizzazione paesaggistica anche questo di imminente approvazione.

Con il d.lgs. 222/2016 (in GU. 227 del 26 novembre 2016): viene abolita la CIL e gli interventi ad essa assoggettati sono ritenuti attività libera tout court; il criterio di residualità nella individuazione del regime – oggi attribuito alla SCIA – viene previsto per la CILA; è abolita la DIA in alternativa al permesso a costruire, sostituita da una SCIA con inizio posticipato dei lavori; è semplificato il procedimento relativo al certificato di agibilità, prevedendo una apposita segnalazione certificata di agibilità. Il secondo provvedimento di delegificazione è un d.P.R. relativo all'individuazione degli interventi esclusi dall'autorizzazione paesaggistica o sottoposti a procedura autorizzatoria semplificata finalizzato ad ampliare e precisare le ipotesi di interventi di lieve entità contemplate dal d.P.R. n. 139 del 2010 (sullo schema di d.P.R. - Atto n. 336 - il Parlamento ha reso il parere favorevole con osservazioni in data 26 ottobre ed è quindi in fase di definitiva approvazione).

In questo contesto il seminario Il notaio e la disciplina urbanistico-edilizia ha l’obiettivo di approfondire – attraverso una serie di contributi interprofessionali – tutti gli aspetti d’interesse notarile derivanti dal processo di semplificazione in campo edilizio-urbanistico, compreso l’ambito delle autorizzazioni paesaggistiche, e di esaminare alcuni argomenti di stretta rilevanza notarile quali le problematiche delle agevolazioni fiscali nell'edilizia convenzionata e le ricadute per il Notaio dell’irregolarità urbanistico-edilizia.

N.B.: non è possibile seguire l’evento in differita, né su tablet o smartphone

Iscrizioni seminario terminate:
   Venerdì, 9 Dicembre 2016

Informazioni:


In collaborazione con Consiglio notarile dei distretti riuniti di Viterbo e Rieti