Corsi e seminari di aggiornamento professionale per con la WebTV

Successione e strumenti alternativi al testamento

Profili giuridici, tecnici e fiscali, criticità, prospettive di riforma (ddl approvato dal CdM il 28/02/2019)


Seminario di aggiornamento professionale per Notai
in collaborazione con il Consiglio Notarile dei distretti riuniti di Viterbo e Rieti
Il Consiglio Nazionale del Notariato ha riconosciuto 10 CF

Quota partecipazione individuale: € 244,00 (IVA inc.)
Quota individuale per formazione di gruppo presso Consiglio, Ente, Studio legale o Librerie partner: € 122,00 (IVA inc.)

Test di collegamento: mercoledì, 17 aprile 2019 dalle 09:30 alle 11:30
Sessione 1: giovedì, 18 aprile 2019 dalle 09:30 alle 13:30
Sessione 2: giovedì, 18 aprile 2019 dalle 15:00 alle 18:00

Programma


Coordina Federico Tedeschi Porceddu, presidente del Consiglio notarile Viterbo/Rieti

9,30/13,30

Alessandro Ciatti Caimi, avvocato, ordinario di diritto privato all’Università di Torino, Commissione studi civilistici del CNN
La successione del coniuge, del partner dell’unione civile e del convivente
1. Dal codice civile del 1942 alla riforma del 1975: comunione legale, collazione delle donazioni e diritto di abitazione della casa coniugale - 2. La legge 76 del 2016: l’unione civile e la convivenza di fronte alla successione mortis causa - 3. Il diritto di abitazione: natura della delazione e problemi pubblicitari. La protezione degli altri legittimari - 4. L’unione civile e la comunione legale: ritorno a un istituto che si riteneva superato? - 5. La convivenza e la scelta del regime di comunione legale: problemi attuali di diritto successorio - 6. Il diritto di abitazione del convivente tra registri immobiliari, stato civile e anagrafe - 7. Questioni di diritto internazionale privato – 8. Il disegno di legge delega approvato dal Governo il 28 febbraio 2019 per la revisione del Codice civile in materia di successione.

Antonio Musto, Ufficio studi del CNN
Donazioni indirette e donazioni dissimulate: verso un'anticipazione di tutela del legittimario pro futuro? Linee teoriche a confronto e recenti dicta giurisprudenziali
La relazione esamina la legittimazione del futuro riservatario ad agire in simulazione quando è ancóra in vita il disponente, per attivare strumenti di tutela conservativa di eventuali diritti ereditari. Più nel dettaglio, l’indagine è rivolta alla ricerca di un ancoraggio teorico e di un riscontro positivo della esistenza, nel nostro ordinamento, di un interesse attuale del legittimario in pectore ad agire immediatamente ora in simulazione ora per l’accertamento della natura gratuita, anche parziale, dell’atto negoziale. La questione centrale è la considerazione dell’interesse del legittimario in pectore a fare opposizione alla donazione (dissimulata), per ottenere, prima della morte del donante, una tutela in via anticipata e cautelare cui è funzionale la trascrizione della domanda di accertamento della simulazione ex art. 2652, n. 4, c.c. La trattazione rivolge lo sguardo anche al versante delle liberalità non donative, per stabilire è se la ratio che governa la disciplina dell’atto di opposizione sia suscettibile di estensione alla fenomenologia, ampia e complessa, delle donazioni indirette e, quindi, se la domanda di accertamento della liberalità sia azionabile in uno con l’atto di opposizione, valutando così la fondatezza e la rispondenza alle esigenze dell’ordinamento di una loro imprescindibile correlazione biunivoca.

Diego Barone, notaio in Riposto, direttore della Scuola di Notariato di Catania “Jacopo da Lentini” 
Successione e rapporti bancari
La morte del titolare di un conto corrente bancario (o di altro rapporto bancario) solleva diverse questioni sia di carattere giuridico (a partire dalla trasmissibilità o meno del rapporto contrattuale agli eredi fino alla individuazione dei beni e dei diritti ricadenti nell’asse ereditario) sia di carattere pratico ed operativo (connesse alla necessità, anche di natura fiscale, per i soggetti interessati all’eredità di conoscere l’esistenza e la consistenza dei rapporti bancari intestati al de cuius).
Schema di relazione: 1. Principio generale di trasmissione dei rapporti contrattuali. Conto corrente bancario e morte del correntista – 2. Rapporto bancario cointestato e morte di uno dei contitolari – 3. Conto corrente bancario e regime patrimoniale della famiglia - 4. - Accesso e gestione del conto corrente bancario dopo la morte del titolare: legittimazione, documentazione da produrre e ritiro delle somme – 5. Cassetta di sicurezza: cointestazione e titolarità dei beni depositati

Luca Di Lorenzo, notaio in Napoli 
I legati a contenuto tipico e atipico
1.Breve introduzione su legati a contenuto tipico ed atipico ed l’utilizzo pratico – 2. Legati aventi ad oggetto le c.d. Nuove proprietà – 3. In particolare legato di password e legato di criptovaluta.

Giuseppe Tedesco, consigliere presso la Corte di cassazione - Sez. II
Donazioni, liberalità indirette e collazione
1. Modo di operare della collazione.- 2. Presupposti della collazione.- 3. Soggetti della collazione.- 4. Oggetto della collazione.- 5. Le donazioni nella successione necessaria.- 6. Collazione, riunione fittizia, azione di riduzione, imputazione ex se. 7. Collazione in natura e collazione per imputazione.- 8. Intestazione di beni in nome altrui. 9. Imputazione dei debiti.

PAUSA

15,00/18.00

Daniela Boggiali, Ufficio studi del CNN
La successione nella titolarità dell’azienda e delle partecipazioni sociali. Rassegna di casi pratici
1. Il patto di famiglia come strumento per la successione nell’impresa: Apposizione di termine iniziale, riserva di usufrutto, modalità di liquidazione dei legittimari, patto avente ad oggetto partecipazioni sociali, patto avente ad oggetto quote di società estere – 2. La successione nelle società di persone: Posizione dell’erede del socio defunto, poteri dei soci superstiti, clausole di continuazione, morte dell’accomandatario, diritto alla liquidazione in caso di accettazione con beneficio d’inventario - 3. La successione nelle società di capitali: Limiti al trasferimento mortis causa delle azioni, clausola di intrasferibilità mortis causa delle partecipazioni di società a responsabilità limitata e subingresso degli eredi, pluralità di eredi e nomina del rappresentante comune, esercizio dei diritti sociali in caso in mancanza di successibili

Ugo Friedman, notaio in Milano, Commissione studi tributari del CNN
La dichiarazione di successione telematica: regimi agevolati, criticità e imprecisioni del modello
Alla luce della recente introduzione in via definitiva del modello di dichiarazione di successione telematica una breve e sintetica serie di considerazioni sulle agevolazioni ancora in essere, su alcune criticità e imprecisioni del modello, chiedendoci se il modello cambia qualcosa oppure no.

Marco Regni, notaio in Pistoia
La regolamentazione dei rapporti successori con il trust
1. Cenni introduttivi su struttura e finalità del trust – 2. Pianificazione patrimoniale e successoria – 3. Utilizzo del trust nella successione – 4. Casistica

Antonio Reschigna, notaio in Milano, componente della Co.Re.Di. Lombardia 
Incarico professionale conferito da alcuni coeredi: un caso di studio sul dovere di informazione e di terzietá verso gli altri interessati alla successione




Iscrizioni seminario terminate:
   Venerdì, 19 Aprile 2019

Informazioni:


In collaborazione con Consiglio notarile dei distretti riuniti di Viterbo e Rieti