Corsi e seminari di aggiornamento professionale per con la WebTV

La nuova disciplina del prestito vitalizio ipotecario: il contesto economico-finanziario, i profili civilistici e gli aspetti fiscali (legge 2 aprile 2015, n. 44)


Seminario di aggiornamento professionale per Notai
Organizzato da Studio Immigrazione srl in collaborazione con il Consiglio Notarile dei Distretti Riuniti di Viterbo e Rieti
Il Consiglio Nazionale del Notariato ha attribuito 4 CF

Quota partecipazione individuale: € 122,00 (IVA inc.)
Quota individuale per formazione di gruppo presso Consiglio, Ente, Studio legale o Librerie partner: € 61,00 (IVA inc.)

Test di collegamento: giovedì, 7 maggio 2015 dalle 10:30 alle 11:40
Sessione 1: venerdì, 8 maggio 2015 dalle 14:30 alle 18:30

Presentazione



La legge 2 aprile 2015, n. 44, recante “Modifica all'articolo 11-quaterdecies del decreto-legge 30 settembre 2005, n. 203, convertito, con modificazioni, dalla legge 2 dicembre 2005, n. 248, in materia di disciplina del prestito vitalizio ipotecario” (GU Serie Generale n.92 del 21-4-2015), in vigore dal 6 maggio 2015,integra e modifica la disciplina del prestito vitalizio ipotecario, attualmente disciplinato dall’articolo 11-quaterdecies, comma 12, del decreto-legge n. 203 del 2005. Con la nuova disciplina si intende facilitare una forma di finanziamento alternativa ai canali tradizionali, consentendo al proprietario di un immobile – ora di età superiore a 60 anni – di convertire parte del valore del bene in contanti, per soddisfare esigenze di liquidità, senza che lo stesso proprietario sia tenuto a lasciare la proprietà residenziale (che viene comunque posta a garanzia del finanziamento). Considerato che l’analisi dei dati mondiali dimostra che, mediamente, il 30 per cento di questi importi viene usato per aiutare i figli a comprare una casa o a dare supporto alle loro attività commerciali, il rinnovato istituto del prestito vitalizio può costituire un potenziale volano finanziario di diversi miliardi di euro da rimettere nel circuito finanziario.

La normativa così modificata consente infatti alle parti di concordare modalità di rimborso graduale di interessi e spese, anziché corrisponderle contestualmente alla scadenza del finanziamento e lascia agli eredi del beneficiario (nel caso il proprietario non decida di rimborsare anticipatamente il finanziamento), la scelta tra l’estinzione del debito nei confronti dalla banca, la vendita dell’immobile ipotecato oppure, in ultima ipotesi, l’affidamento della vendita alla banca mutuataria per rimborsare il credito.

Il seminario dell’8 maggio, alla pari di un instant book, intende offrire un primissimo approfondimento del rinnovato istituto in ogni suo aspetto, dagli obiettivi finanziari, ai profili civilistici, quali il rapporto con il divieto di patto commissorio, col patto marciano, il mandato a vendere e l’ipoteca, agli aspetti fiscali, allo scopo di fornire al notaio gli strumenti necessari per supportare al meglio la clientela interessata a ricorrere a questo strumento finanziario.


Iscrizioni seminario terminate:
   Lunedì, 4 Maggio 2015

Informazioni:


In collaborazione con Consiglio notarile dei distretti riuniti di Viterbo e Rieti