Corsi e seminari di aggiornamento professionale per con la WebTV

La successione dell’italiano e dello straniero con beni in Italia ed all’estero alla luce del Regolamento 650/2012


Seminario di aggiornamento professionale per Avvocati
  Formazione di gruppo presso lo Studio legale
Il Consiglio Nazionale Forense ha attribuito 6 CF

Quota partecipazione individuale: € 122,00 (IVA inc.)
Quota individuale per formazione di gruppo presso Consiglio, Ente, Studio legale o Librerie partner: € 122,00 (IVA inc.)

Test di collegamento: giovedì, 28 maggio 2015 dalle 15:00 alle 17:00
Sessione 1: venerdì, 29 maggio 2015 dalle 09:30 alle 18:30

N.B.: non è possibile seguire l’evento in differita, né su tablet o smartphone.

Presentazione


Il regolamento UE 650/2012 relativo “alla competenza, alla legge applicabile, al riconoscimento e all’esecuzione delle decisioni e all’accettazione e all’esecuzione degli atti pubblici in materia di successioni e alla creazione di un certificato successorio europeo”, entrato in vigore il 16 agosto 2012, sarà pienamente applicabile dal 17 agosto 2015 negli Stati membri dell’Unione europea, con l’eccezione di Regno Unito, Irlanda e Danimarca.

Il regolamento concerne la disciplina del diritto internazionale privato delle successioni che hanno un carattere internazionale, comprese quelle che possiedono elementi di collegamento con Paesi terzi non Membri dell’Ue, con l’obiettivo di evitare i conflitti di leggi e giurisdizioni tra diversi Paesi europei dove si stima che ogni anno circa 500mila famiglie sono coinvolte in questioni collegate a successioni transfrontaliere.

Il nuovo strumento stabilisce una normativa uniforme sulla competenza giurisdizionale, sulla legge applicabile, sull’efficacia delle decisioni straniere e degli atti pubblici in materia successoria e, con il certificato successorio europeo, nuovo tipo di atto pubblico destinato ad avere effetti in tutti gli Stati membri partecipanti, mira ad agevolare la prova della qualifica di erede, legatario, amministratore ed esecutore testamentari.

Questa disciplina innova profondamente la normativa italiana in quanto il principio della sottoposizione della successione alla legge nazionale del de cujus è sostituito con quello dell'applicabilità della legge del paese dell’ultima residenza abituale, fatta salva l’opzione in favore della prima legge da far valere con disposizione testamentaria, così come, tra le altre novità, è introdotta una regolamentazione dei patti successori, ambito non esplicitamente disciplinato dalla normativa italiana.

Il corso La successione dell’italiano e dello straniero con beni in Italia ed all’estero alla luce del Regolamento 650/2012 consentirà agli avvocati di acquisire una nuova competenza (o di ampliarla) in un settore importante e delicato del diritto internazionale privato in modo da garantire ai propri assistiti una puntuale assistenza in ogni fase del rapporto professionale, dalla consulenza al contenzioso.


Iscrizioni seminario terminate:
   Giovedì, 21 Maggio 2015

Informazioni: