Corsi e seminari di aggiornamento professionale per con la WebTV

Il regime patrimoniale della famiglia con elementi di internazionalità


Seminario di aggiornamento professionale per Avvocati
  Formazione di gruppo presso lo Studio legale
Il Consiglio Nazionale Forense ha attribuito 3 CF

Quota partecipazione individuale: € 122,00 (IVA inc.)
Quota individuale per formazione di gruppo presso Consiglio, Ente, Studio legale o Librerie partner: € 61,00 (IVA inc.)

Test di collegamento: mercoledì, 24 giugno 2015 dalle 15:00 alle 17:00
Sessione 1: giovedì, 25 giugno 2015 dalle 14:30 alle 19:30

N.B.: non è possibile seguire l’evento in differita, né su tablet o smartphone.

Presentazione



Il censimento 2011 ha rilevato la presenza in Italia di 1.828.338 famiglie con almeno uno straniero residente
che, al netto delle famiglie unipersonali, si attestano su un valore di 1.160.101. Di queste famiglie si osserva una prevalenza di coppie straniere, mentre le coppie miste con uno dei due componenti italiani costituiscono il 27,6%. Il fenomeno non sembra in diminuzione, anzi: nel 2012 le unioni con almeno un coniuge straniero sono state quasi 31.000 pari a circa il 15% sul totale delle celebrazioni.

La dimensione del fenomeno, al quale vanno ascritti anche i matrimoni dei cittadini italiani celebrati all’estero, giustifica la crescente attenzione da parte degli operatori del diritto, ed in particolare degli avvocati, nei confronti del regime patrimoniale della famiglia con elementi di internazionalità nelle sue fondamentali componenti, quali la competenza giurisdizionale, l’individuazione della legge applicabile, i principali istituti appartenenti al regime patrimoniale (il fondo patrimoniale e l’impresa familiare) ed il riconoscimento di decisioni e di atti stranieri; disciplina essenzialmente regolata dalla legge 218/1995 e, indirettamente e limitatamente ad alcuni aspetti di natura processuale, anche da alcune disposizioni europee ricomprese nel quadro degli strumenti comunitari di cooperazione giudiziaria in materia di diritto di famiglia: il regolamento Bruxelles II bis in materia di divorzio e di responsabilità genitoriale (2201/2003); il regolamento Roma III sulla legge applicabile al divorzio (1259/2010); il regolamento sulle obbligazioni alimentari (4/2009) e, da ultimo, il regolamento sulle successioni (650/2012). Dimensione, quella europea , in procinto di assumere ben diverso significato rispetto all’attuale in quanto è attesa nei prossimi mesi l’approvazione dei due regolamenti del Consiglio sulla giurisdizione, la legge applicabile ed il riconoscimento e l’esecuzione delle decisioni in materia del regime patrimoniale tra coniugi (COM(2011)0126 – C7-0093/2011 – 2011/0059(CNS)) e degli effetti patrimoniali delle unioni registrate (COM(2011)0127 – C7-0094/2011 – 2011/0060(CNS)).

Tutto questo costituirà oggetto del seminario del 25 giugno “Il regime patrimoniale della famiglia con elementi di internazionalità”. L’evento, infatti, fornirà un quadro dettagliato della disciplina in esame, nei profili sostanziali e processuali, sia attraverso l’esame della normativa e dell’evoluzione della giurisprudenza interna ed internazionale sia, per gli aspetti strettamente operativi, con un ampio ricorso alla casistica più recente delle norme straniere di conflitto con l’ordinamento italiano e delle criticità emergenti dalla pratica dello Stato civile, in modo da offrire all’avvocato gli strumenti più idonei per
supportare la propria clientela nella fase consulenziale ed in quella propriamente contenziosa.


Iscrizioni seminario terminate:
   Domenica, 14 Giugno 2015

Informazioni: