Corsi e seminari di aggiornamento professionale per con la WebTV

Il ruolo del notaio nel procedimento di mediazione per l’accertamento dell’usucapione e nella gestione della crisi da sovraindebitamento

Non è possibile seguire la diretta su Tablet o Smartphone
Seminario di aggiornamento professionale per Notai
Organizzato da Studio Immigrazione in collaborazione con il Consiglio notarile dei distretti riuniti di Viterbo e Rieti
Il Consiglio Nazionale del Notariato ha attribuito 10 CF

Quota partecipazione individuale: € 244,00 (IVA inc.)
Quota individuale per formazione di gruppo presso Consiglio, Ente, Studio legale o Librerie partner: € 122,00 (IVA inc.)

Test di collegamento: lunedì, 6 luglio 2015 dalle 10:30 alle 12:00
Sessione 1: martedì, 7 luglio 2015 dalle 09:30 alle 14:00
Sessione 2: martedì, 7 luglio 2015 dalle 14:45 alle 18:00

Presentazione



Il seminario del 7 luglio “Il ruolo del notaio nel procedimento di mediazione per l’accertamento dell’usucapione e nella gestione della crisi da sovraindebitamento” offre l’opportunità di approfondire due argomenti che, pur diversi nella loro natura e nelle finalità, hanno come denominatore comune l’innovazione normativa che attribuisce al notaio nuove prerogative, ora esclusive, ora concorrenti con altre professioni.

La prima parte del seminario è dedicata all’esame del procedimento di mediazione per l’accertamento dell’usucapione mediante cinque relazioni, con una impostazione prevalentemente pratica. Dopo l’inquadramento dell’istituto, verranno analizzate le tecniche redazionali (il verbale di mediazione di accertamento dell’usucapione e autentica notarile richiesta dall’art. 2643 n. 12 bis c.c. nei casi in cui le parti concludono uno dei contratti o compiono uno degli atti previsti dall’art. 2643 c.c.; le tre modalità dell’intervento notarile; gli obblighi di informativa a carico del notaio incaricato ad autenticare le sottoscrizioni dell’accordo di mediazione accertativo dell'usucapione), per proseguire con l’esame dell’attività istruttoria demandata al notaio (la verifica della disponibilità dei diritti oggetto della mediazione, della legittimazione dell’usucapito ad intervenite all’accordo, della rilevanza della fonte precettiva originaria, della continuità delle trascrizioni rispetto all’accordo di mediazione che accerta l’usucapione; i controlli ipotecari, catastali, ecc). Infine, verranno trattate le questioni relative alla trascrizione degli atti di riconoscimento dell’usucapione nel procedimento di mediazione (tra le quali i profili generali sulla portata dichiarativa della trascrizione, la non operatività dell’usucapio libertatis, la possibilità di adire l’autorità giudiziaria successivamente all’accertamento volontario dell’usucapione in mediazione, i rapporti fra la trascrizione dell’atto di accertamento dell’usucapione nell'ambito del procedimento di mediazione e la trascrizione dell’eventuale sentenza successiva) e, da ultimo, gli aspetti fiscali del procedimento.

Il secondo argomento proposto riguarda la composizione della crisi da sovraindebitamento, tema reso ancora più attuale e d’interesse per il notariato dalla recente pubblicazione in GU (n. 21 del 27 gennaio 2015) del decreto del Ministero della giustizia n. 202 del 24 settembre 2014, disciplinante l’istituzione del registro degli organismi autorizzati alla gestione della crisi e l’individuazione dei professionisti deputati alla gestione, tra i quali, appunto, anche i notai. Per questo motivo i relatori presenteranno un quadro generale delle procedure di composizione della crisi ed entreranno nel dettaglio degli aspetti operativi che evidenziano maggiori problematiche con l’obiettivo di fornire ai notai ogni elemento utile a valutare se impegnarsi anche su questo fronte che indubbiamente può costituire una nuova opportunità professionale.


Iscrizioni seminario terminate:
   Giovedì, 2 Luglio 2015

Informazioni:


In collaborazione con Consiglio notarile dei distretti riuniti di Viterbo e Rieti